loader image

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio: debito ridotto dell’83%

Tutela del Patrimonio

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio: cos’è e quali sono gli effetti

Un’importante attività di cui lo Studio si occupa è quella di condurre le trattative con gli Istituti di Credito al fine di giungere ad un accordo, cosiddetto Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio, che permetta al cliente di estinguere il proprio debito tramite il versamento di una quota ridotta del medesimo.

Proprio di recente, a seguito di una complessa negoziazione, abbiamo ottenuto in favore di un nostro assistito la riduzione di oltre l’80% del debito che lo stesso aveva accumulato nei confronti di una Banca.

Ma prima di esaminare il caso concreto, vediamo meglio in cosa consiste un accordo di saldo e stralcio e perché può rappresentare uno strumento determinante per la ripresa economica di un privato o di un’impresa.

 

Che cosa si intende esattamente con Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio?

In generale ci si riferisce ad una procedura volta a risanare l’esposizione debitoria di un soggetto attraverso un patto transattivo che prevede la cancellazione totale del debito da parte del creditore a fronte del suo pagamento in misura ridotta.

La proposta di Accordo Saldo e Stralcio può essere avanzata per la definizione di numerosi rapporti bancari, quali, ad esempio, scoperti su conto corrente, mutui e leasing.

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio.

 

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio: come fare?

La richiesta di Accordo a Saldo e Stralcio può essere promossa personalmente dal debitore, con un’istanza scritta trasmessa alla propria filiale, preferibilmente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) o a mezzo Raccomandata A/R, in modo tale che ne risulti certa la ricezione.

Per quanto si tratti di una procedura azionabile da chiunque, non bisogna trascurare l’importanza di affidarsi ad un professionista che abbia maturato una certa esperienza nella gestione di questo tipo di pratiche.

Il Saldo e Stralcio rappresenta, infatti, uno strumento strategico che consente di sanare una posizione di insolvenza senza dover ricorrere al Giudice ed in tempistiche relativamente brevi.

Tuttavia la fase di negoziazione e di dialogo con gli Istituti di Credito presuppone sempre un’analisi approfondita del debito e una conoscenza trasversale degli strumenti giuridici a disposizione del singolo soggetto.

 

Posso promuovere un Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio se esiste già un procedimento esecutivo?

La domanda di Saldo e Stralcio non è soggetta a termini e, pertanto, in qualsiasi momento il debitore potrà chiedere alla Banca di giungere ad una definizione bonaria della controversia offrendo una somma di denaro per l’estinzione del debito.

È evidente, tuttavia, che statisticamente le chances di raggiungere un accordo favorevole aumentano quando le trattative intervengono prima dell’aggressione da parte dell’Istituto di Credito dei beni del debitore.

Questo perché, tra le ragioni che possono indurre la Banca ad accettare una proposta di Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio, vi è proprio l’opportunità di evitare lunghe procedure burocratiche e i costi dell’asta giudiziaria.

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio.

Quali risultati posso ottenere con un Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio?

Come sopra accennato, la definizione di un debito tramite un Accordo Saldo e Stralcio permette di ottenere una riduzione molto importante sul complessivo ammontare del debito.

Ad esempio, come accennato prima, il nostro Studio, dopo una lunga trattativa, è riuscito a raggiungere un accordo in favore di un cliente con una riduzione del debito complessivo di oltre l’80% rispetto alla somma inizialmente richiesta dalla banca.

A fronte, quindi, di una pretesa creditoria pari a circa € 55.000,00, grazie all’accordo raggiunto, il debito potrà essere completamente estinto con il versamento della somma omnicomprensiva di € 9.000,00.

La Banca, inoltre, concedeva un termine di 4 mesi per il versamento del suddetto importo, permettendo quindi al cliente di accantonare le somme (in allegato il testo integrale dell’accordo).

 

Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio: come uscire dai debiti

Nell’esempio sopra riportato il debitore era un imprenditore in difficoltà economiche, che non era stato più in grado di onorare gli impegni presi con la banca per via di un drastico calo di fatturato legato alla pesante crisi economica del proprio settore lavorativo.

L’insolvenza, purtroppo, viene quasi sempre segnalata alla centrale rischi e ciò determina effetti ancor più negativi per chi fa impresa.

Tramite l’Accordo Transattivo a Saldo e Stralcio il debitore non solo può ottenere l’abbattimento del proprio debito ma anche la regolarizzazione della propria posizione come pagatore e la possibilità, quindi, di ripartire economicamente.

Vorresti una consulenza legale?

Programma la tua Videocall

Articoli recenti

Scopri anche

Il nostro magazine di approfondimento che racconta i nuovi scenari del diritto applicato al mondo digitale ed alle nuove tecnologie.

Vorresti una consulenza legale?

Programma la tua Videocall

Vorresti approfondire ?

Contattaci 

Tipologia