loader image

Consulenza Progetti Innovativi

Consulenza progetti innovativi

La grande attenzione e passione del nostro Studio Legale per l’innovazione, dalle applicazioni di intelligenza artificiale alla Blockchain, dalle monete virtuali al mondo dell’e-sport, ci spinge a collaborare con aziende che hanno una forte identità innovativa.

L’audacia che le contraddistingue deve essere accompagnata da una nuova forma di consulenza, aperta alle novità e capace di inquadrare giuridicamente situazioni giuridiche atipiche.

In questo settore, dove talvolta sono i principi giuridici e non le leggi ad indicare la via – perché la tecnologia corre ad un’altra velocità – ciò che fa davvero la differenza è la conoscenza del settore e l’aggiornamento professionale, per saper interpretare in modo corretto fattispecie inedite.

Case History

Un matrimonio complesso

Un cliente era in procinto di sviluppare una piattaforma Blockchain, per dare vita ad un sistema di supply chain connesso a certificazioni di prodotti alimentari.

Il principale problema, dal punto di vista legale, era la conformità della piattaforma con la normativa privacy europea, che in parte si pone in antitesi con i principi di immutabilità e di conservazione della tecnologia utilizzata.

L’attività di consulenza si è concentrata dapprima sul tipo di Blockchain da utilizzare: l’idea iniziale della società era di sviluppare una Blockchain pubblica, dove chiunque potesse collegarsi per effettuare transazioni e certificare i prodotti secondo le regole fissate dalla piattaforma. Questa scelta, però, poneva questioni serie e complesse in materia di trasferimenti di dati personali in territori extra UE, non potendosi prevedere l’ubicazione dei nodi. 

Inoltre, si doveva affrontare il problema della conservazione di alcuni dati personali, per applicare il principio di minimizzazione e limitazione della conservazione previsto dal GDPR. In questo senso, la Società ha messo in atto processi di hashing dei dati, in grado di trasformare una qualsiasi quantità di dati in una stringa cifrata di dati di dimensioni fisse che rende impossibile la ricostruzione del dato da parte di terzi.

 

Case History

Un matrimonio complesso

Un cliente era in procinto di sviluppare una piattaforma Blockchain, per dare vita ad un sistema di supply chain connesso a certificazioni di prodotti alimentari.

Il principale problema, dal punto di vista legale, era la conformità della piattaforma con la normativa privacy europea, che in parte si pone in antitesi con i principi di immutabilità e di conservazione della tecnologia utilizzata.

L’attività di consulenza si è concentrata dapprima sul tipo di Blockchain da utilizzare: l’idea iniziale della società era di sviluppare una Blockchain pubblica, dove chiunque potesse collegarsi per effettuare transazioni e certificare i prodotti secondo le regole fissate dalla piattaforma. Questa scelta, però, poneva questioni serie e complesse in materia di trasferimenti di dati personali in territori extra UE, non potendosi prevedere l’ubicazione dei nodi. 

Inoltre, si doveva affrontare il problema della conservazione di alcuni dati personali, per applicare il principio di minimizzazione e limitazione della conservazione previsto dal GDPR. In questo senso, la Società ha messo in atto processi di hashing dei dati, in grado di trasformare una qualsiasi quantità di dati in una stringa cifrata di dati di dimensioni fisse che rende impossibile la ricostruzione del dato da parte di terzi.

 

Hai bisogno di una consulenza?