loader image

IL TRUST: strumento efficace a protezione del patrimonio

Consulenza d’Impresa

Il trust è un negozio unilaterale (o meglio, atto traslativo di natura fiduciaria) in forza del quale un disponente, chiamato “settlor”, trasferisce propri beni di qualsiasi tipo ad un soggetto terzo, il “trustee”, che si obbliga ad amministrarli a vantaggio (solitamente coincidente con una utilità economica) di un soggetto terzo detto beneficiario, oppure per raggiungere uno o più scopi determinati.

I beni contenuti nel trust entrano a tutti gli effetti a far parte del patrimonio del trustee (rimanendo tuttavia autonomi e distinti rispetto al resto) e non potranno essere aggrediti dai creditori personali tanto del trustee, quanto del disponente (c.d. “segregazione patrimoniale”). Addirittura, in caso di fallimento, detti beni non potranno essere ricompresi nella massa attiva.

Esempio: un imprenditore, potenzialmente esposto a richieste di risarcimento danni o semplicemente al rischio d’impresa, potrà mettere al sicuro una parte del proprio patrimonio destinandolo in un trust, così da garantire una continuità patrimoniale per i propri figli e, in caso di debiti o richieste risarcitorie, sottrarre quei beni da pignoramenti o aggressioni da parte dei propri creditori.

In conclusione, attraverso il trust potranno essere raggiunti numerosi obbiettivi, tra i quali:

  • scopi di garanzia attraverso il trasferimento di beni immobili;
  • il c.d. “passaggio generazionale” della propria azienda familiare;
  • la gestione del patrimonio in favore di un figlio portatore di handicap al fine di garantirgli una conduzione di vita dignitosa e cure adeguate in futuro;
  • la pianificazione della propria successione;
  • la gestione dei rapporti coniugali in sede di separazione o divorzio;
  • la gestione delle liquidazioni societarie;
  • la sottoscrizione di vantaggiosi accordi di ristrutturazione aziendale o del debito;

Articoli recenti

Sistema di Vendita Piramidale: Starlife multata da AGCM

Sistema di Vendita Piramidale: Starlife multata da AGCM

Il caso Starlife: sistema di Vendita Piramidale al bando e multa di 850.000 Euro  Ancora una volta, l’AGCM (l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha affrontato un caso di Sistema di Vendita Piramidale (LINK PROVVEDIMENTO), la cui diffusione non sembra...

leggi tutto

Scopri anche

Il nostro magazine di approfondimento che racconta i nuovi scenari del diritto applicato al mondo digitale ed alle nuove tecnologie.

Vorresti una consulenza legale?

Programma la tua Videocall

Vorresti approfondire ?

Contattaci 

Tipologia