loader image

Rimborso Accise sull’Energia Elettrica: illegittime nel biennio 2010-2011

Consulenza d’Impresa

Perché le Accise sull’Energia Elettrica sono illegittime?

Il Giudice di Pace di Forlì ha accolto integralmente la richiesta da noi presentata ed ha dichiarato l’illegittimità delle Accise sull’Energia Elettrica applicate dal fornitore tra Gennaio 2010 e Dicembre 2011 ad un’azienda cliente del nostro Studio Legale (qui puoi scaricare la sentenza).

Pertanto, il fornitore medesimo è stato condannato a restituire ogni somma all’epoca indebitamente incassata a tale titolo.

Confermando la bontà della tesi avanzata dal nostro Studio Legale (fondata sui principi enunciati in due recentissime sentenze della Corte di Cassazione – Cass. Civ. sez. trib., 23/10/2019, n.27099 e n.27101 – nonché sulla normativa comunitaria), nel caso di specie il giudice ha deciso per la disapplicazione dell’art. 6 comma 2 del DL 511/1988 riconoscendo così il diritto della società attrice al Rimborso Accise sull’Energia Elettrica, ricevendo le somme contenute illegittimamente nelle bollette relative al biennio 2010-2011.

La sentenza è di assoluto rilievo in quanto rappresenta una tra le prime pronunce di merito che applica i principi della Corte di Cassazione, risultando pertanto una solida base su cui fondare richieste di rimborso di ogni somma versata e non dovuta al fornitore dell’energia elettrica.

Le motivazioni della Sentenza, infatti, non lasciano adito a dubbi: «va disapplicata, per contrasto con il diritto dell’Unione Europea, la disciplina interna di cui all’art. 6, comma 2, del d.l. n. 511 del 1988, avente come finalità una mera esigenza di bilancio degli enti locali».

In questo senso non sono rispettati i canoni di specificità richiesti dalla normativa comunitaria, attesa la decisione precedente della Corte di Giustizia UE che aveva qualificato come generica la finalità di bilancio.

studio legale baldrati strinati sentenza rimborso accise energia elettrica

 

Come ottenere il Rimborso Accise sull’Energia Elettrica

Tornando al tema concreto della richiesta di Rimborso Accise sull’Energia Elettrica, è bene ricordare che, secondo le prime stime fatte, per l’anno 2010 e 2011 le imprese avrebbero versato ai loro fornitori di energia elettrica, in ogni bolletta e per ogni utenza aperta, una somma non dovuta oscillante tra i 0,0093 €/kWh e i 0,0114 €/kWh (ossia circa 10 €/MWh) a seconda della Provincia di appartenenza.

Anche se apparentemente tale cifra può sembrare irrisoria, è necessario tuttavia considerare che l’addizionale in questione è stata applicata sui consumi fino a 200.000 KWh/mese. Ciò significa che molte aziende posso aver corrisposto senza saperlo una somma non dovuta per ciascuna utenza attiva anche superiore a € 25.000 all’anno.

Somme, quelle versate, che dovranno essere interamente restituite, anche alla luce della Sentenza del Giudice di Pace di Forlì che ad oggi fa certamente giurisprudenza.

Attenzione: la richiesta di Rimborso Accise sull’Energia Elettrica in favore dell’utente si prescriverà seguendo il termine ordinario contrattuale, ossia dopo 10 anni a partire dalla data in cui il versamento delle somme è divenuto indebito (anno 2011).

L’invito, quindi, è quello di agire tempestivamente inviando apposita richiesta di Rimborso Accise sull’Energia Elettrica al fornitore del servizio ed impedire che il diritto alla restituzione delle somme si prescriva.

In caso di mancato riscontro, si potrà agire giudizialmente chiedendo al Giudice competente la condanna del fornitore al versamento immediato della somma dovuta.

 

Vuoi sapere se la tua azienda è idonea a ricevere il Rimborso Accise sull’Energia Elettrica?

Con l’esperienza acquisita nel corso del giudizio conclusosi positivamente, abbiamo gli strumenti per seguire il Cliente nella preparazione e attivazione della fase giudiziale, nel rispetto dei termini prescrizionali di cui occorre tenere conto per il calcolo corretto della richiesta di rimborso.

Se vuoi sapere se la tua azienda è idonea a ricevere il rimborso sulle Rimborso Accise sull’Energia Elettrica contattaci per una consulenza.

Vorresti una consulenza legale?

Programma la tua Videocall

Articoli recenti

Scopri anche

Il nostro magazine di approfondimento che racconta i nuovi scenari del diritto applicato al mondo digitale ed alle nuove tecnologie.

Vorresti una consulenza legale?

Programma la tua Videocall

Vorresti approfondire ?

Contattaci 

Tipologia